Biopsia allo stadio di blastocisti non danneggia gli embrioni

Biopsia allo stadio di blastocisti non danneggia gli embrioni

Un recente articolo pubblicato su Fertility&Sterility ha messo in evidenza come la biopsia allo stadio di blastocisti non influenzi le “capacità” di impianto dell’embrione stesso. Al contrario la biopsia allo stadio di otto cellule può ridurre le percentuali di impianto e di nati vivi.

Solo il 30% degli embrioni sottoposti a biopsia allo stadio di 8 cellule (III giornata di coltura) si è impiantato contro il 50% degli embrioni non sottoposti a biopsia.
Al contrario le percentuali di impianto degli embrioni sottoposti a biopsia è stato equivalente a quelli di controllo (51%vs54%) quando sono state prelevate per la diagnosi genetica le cellule del trofoectoderma e, quindi, allo stadio di blastocisti.

Tale studio randomizzato dimostra come la diagnosi genetica allo stadio di blastocisti sia la più indicata quando è necessario effettuare uno screening genetico.

Cookie!

Questo sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.  Molti siti web lo fanno. I nostri cookie non sono usati per identificarvi personalmente, ma per permetterci di migliorare il nostro sito e per metterci di analizzare come viene usato. Potete cancellare questi cookie a vostro piacimento, ma qualche aspetto del nostro sito potrebbe non funzionare correttamente senza cookies.

Per saperne di più sui cookies e come gestirli, potete visitare il sito AboutCookies.org.

Specifici Cookies Usati

Proseguendo la lettura delle pagine che compongono questo sito web, ne accettate implicitamente la politica di gestione dei cookie.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Privacy Policy

Buona navigazione