Tampone vaginale

Tampone vaginale o striscio batteriologico vaginale
Mediante un tampone sterile (simile ad un cotton fioc) si prelevano piccole quantità di secrezione vaginale. Questo campione viene posto in specifici terreni di coltura e dopo alcuni giorni si osserva l’eventuale presenza di colonie batteriche (germi comuni, mycoplasma, etc.). Con metodologie più sofisticate è possibile individuare la presenza di clamydia, gonococco e HPV. Con l’antibiogramma e la conta delle colonie, è possibile individuare l’antibiotico maggiormente efficace a debellare l’infezione e la sua carica batterica.

« Back to Glossary Index

Cookie!

Questo sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.  Molti siti web lo fanno. I nostri cookie non sono usati per identificarvi personalmente, ma per permetterci di migliorare il nostro sito e per metterci di analizzare come viene usato. Potete cancellare questi cookie a vostro piacimento, ma qualche aspetto del nostro sito potrebbe non funzionare correttamente senza cookies.

Per saperne di più sui cookies e come gestirli, potete visitare il sito AboutCookies.org.

Specifici Cookies Usati

Proseguendo la lettura delle pagine che compongono questo sito web, ne accettate implicitamente la politica di gestione dei cookie.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Privacy Policy

Buona navigazione