IL TIPO DI SUPPLEMENTO PROTEICO DEI TERRENI DI COLTURA NON INFLUENZA I RISULTATI CLINICI DEI CICLI DI PMA

IL TIPO DI SUPPLEMENTO PROTEICO DEI TERRENI DI COLTURA NON INFLUENZA I RISULTATI CLINICI DEI CICLI DI PMA

G. Fabozzi, E. Rega, A. Alteri, M.F. Starita, C. Piscitelli, A. Colicchia, P. Giannini.

L’aggiunta di macromolecole al terreno di coltura è essenziale per lo sviluppo dell’embrione umano in vitro. Varie sono le funzioni esplicate dai supplementi proteici, tra le più importanti il loro ruolo nel mantenere la stabilità delle membrane cellulari, l’azione come tensioattivi e chelanti di componenti tossici. È stato ipotizzato che supplementi proteici più complessi come quelli contenenti le α e β globuline, possano essere migliori rispetto alla sola albumina sierica umana (HSA) in quanto contenenti fattori di crescita. Tuttavia, per evitare potenziali contaminazioni da prioni, il loro utilizzo è stata proibito in differenti paesi suscitando preoccupazione nei laboratori di fecondazione assistita per timore che i risultati clinici potessero peggiorare.

Sembra che tu non abbia il plugin PDF nel tuo browser. Nessun problema… puoi cliccare qui per scaricare il PDF.