Fecondazione assistita e screening della aneuploidie cromosomiche

Il trasferimento di una singola blastocisti dopo screening aneuploidie cromosomiche riduce i rischi legati alle gravidanze multiple anche se non incrementa le percentuali di gravidanza, nelle tecniche di fecondazione assistita, rispetto al trasferimento di due embrioni non sottoposti a biopsia. Per giungere a questa conclusione, in un recente studio, sono state incluse  coppie infertili con patner femminile […]

continua a leggere