coppie sierodiscordantiPresso FertiClinic tutte le coppie sierodiscordanti, in cui uno o entrambi i partner siano affetti da HIV, epatite C o B, possono accedere alle tecniche di fecondazione assistita.

FertiClinic è uno dei pochi centri in Italia che accoglie anche le coppie portatrici di HIV, anche quando sia la donna ad essere affetta.

Le coppie siero discordanti che si rivolgono presso FertiClinic hanno la possibilità, di accedere ad una consulenza infettivologica mirata ed ad una valutazione della fertilità della coppia.  Solo in seguito ad una valutazione complessiva si deciderà se procedere con tecniche di I (inseminazione intrauterina ) e/o con tecniche di II Livello (FIVET/ICSI).

Quando il portatore della patologia infettiva è il partner maschile, il liquido seminale viene prodotto alcuni giorni prima dell’inizio del ciclo di fecondazione assistita e viene trattato, nei nostri laboratori, per abbattere la carica virale. Un’aliquota del seme, dopo trattamento, viene inviata al laboratorio di biologia molecolare per valutare, mediante una metodica chiamata PCR (polymerase chain reaction), se la carica virale è stata abbattuta. In attesa dei risultati il campione viene congelato e mantenuto in quarantena.
Se il risultato della PCR è negativo il liquido seminale può essere usato per le procedure di fecondazione in vitro.

Nel caso in cui il portatore della patologia infettiva sia il partner femminile, per ridurre il rischio di contagio madre-figlio, occorre monitorare con particolare attenzione la fase preconcepimento, la gestazione e programmare con cura il taglio cesareo.

Prima Visita »»» Chiama subito!